Prestiti personali per contribuenti minimi

I prestiti online sono una realtà sempre più diffusa in rete, ma come funzionano quando a richiederli sono contribuenti minimi? L’accessibilità al web, la facilità d’utilizzo e la rapidità con cui le società finanziarie rispondono alle richieste degli utenti con preventivi personalizzati, rendono il settore dei prestiti online sempre più appetibile e in continua crescita. Contine reading

Le Bande di Bollinger per il trading

L’analisi tecnica è la disciplina più utilizzata per effettuare attività di trading online. Questo per una serie di diversi motivi: è più intuitiva e veloce, richiede meno esperienza e tutti gli strumenti utilizzabili sono facilmente messi a disposizione dell’operatore da un’ampia platea di brokers ed intermediari finanziari.

Obiettivo dell’articolo è proprio il presentare al lettore uno tra i più famosi ed utilizzati strumenti di analisi tecnica, le Bande di Bollinger. Queste sono state inventate negli anni ’80 dall’omonimo economista ed analista finanziario americano (John).

Dato principalmente il loro semplice utilizzo, la facile interpretabilità e soprattutto l’elevata efficacia, sono uno tra gli strumenti di analisi tecnica maggiormente in utilizzo. Rientrano nella categoria degli indicatori (per la precisione sono indicatori sovrapposti poiché vengono rappresentati sul grafico del prezzo stesso e non immediatamente sotto come gli indicatori separati). Per fini di completezza si citano anche le altre categorie di strumenti di analisi tecnica: oscillatori, medie mobili, configurazioni grafiche e pattern.

Le Bande di Bollinger sono rappresentate da tre linee che disegnano un canale intorno al prezzo. La prima da calcolare è una media mobile a 20 periodi dei prezzi di chiusura dello strumento finanziario. Successivamente, usando la serie storica del prezzo stesso, si calcola la deviazione standard sempre sugli ultimi 20 periodi. Si ricorda qui che la deviazione standard, in quanto misura di volatilità, è anche utilizzata come misura di rischio. Infine, la deviazione standard viene moltiplicata per due e contemporaneamente sommata alla media mobile (per ottenere la linea/banda superiore del canale) e sottratta (per avere l’inferiore).

Così facendo avremo rappresentato un canale che andrà ad allargarsi nel momento in cui la volatilità aumenta (la deviazione cresce) ed a restringersi nella fattispecie opposta.

I settaggi su presentati (20 periodi per la media e 2 deviazioni standard) sono quelli di default che presentano tutti i software di analisi tecnica ma che l’operatore può agevolmente modificare manualmente. In ogni caso, l’inventore suggerisce, se proprio si vuole modificare lo strumento, di utilizzare i seguenti settaggi: per 10 periodi di media mobile (più veloce e reattiva ma meno precisa ed efficace nei segnali) utilizzare un moltiplicare della deviazione standard pari a 1,9; per 50 periodi (orizzonte temporale più lungo) 2,1.

L’utilizzo base è molto semplice: quando il prezzo dello strumento tocca la barra superiore si dovrebbe chiudere una eventuale posizione long od aprirne una short. Viceversa nel caso di della banda inferiore. Nel mentre, bisogna sempre considerare la media mobile come livello mediano che può guadagnare funzione di supporto/resistenza.

Le discipline del Trading Online

Il trading online è un’attività particolarmente recente. In ogni caso, comunque, non gli si può attribuire un anno preciso di inizio.

L’accezione attuale data al termine Trading Online la descrive come l’attività di compravendita di strumenti finanziari (siano azioni, valute, obbligazioni, strumenti derivati…) effettuata principalmente da un singolo privato in maniera autonoma ed indipendente.

Inizialmente, già a cavallo tra il 1800 ed il 1900, venivano effettuate le prime operazioni finanziarie di acquisto e vendita di differenti strumenti. Al tempo però ciò si effettuava tramite ordini effettuati di persona o telefonicamente a società specializzate. Ovviamente il miglioramento tecnologico ne ha perfezionato l’attività e ne ha ampliato enormemente la platea di operatori.

Si pensi ad esempio all’avvento di internet. Adesso chiunque, scaricando anche gratuitamente una piattaforma od un software di trading online, può comprare azioni americane o valute straniere (come per esempio lo Yen giapponese) comodamente seduto sul divano di casa propria.

Il vantaggio è incommensurabile in termini di comodità e velocità delle operazioni. L’ampia concorrenza poi ha causato anche un calo delle commissioni di broker ed intermediari finanziari. Tutto ciò è dimostrato dal crescente numero di persone attive sui mercati finanziari, di broker offrenti nuove soluzioni di investimento e soprattutto dai volumi totali delle transazioni (si pensi che sul solo Forex, il mercato delle valute, si scambiano tra i 3 ed i 4 mila miliardi di dollari al giorno).

Ma come si pratica il trading online?

Di base esistono due discipline principali: l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale.

La prima, più giovane e favorita anch’essa soprattutto dall’avvento di internet, è più seguita. Ciò poichè è più veloce da utilizzare per scovare segnali operativi e soprattutto avendo timeframe differenti può meglio essere usata sia in ottica di breve termine che di medio o lungo termine. Per l’analisi fondamentale invece si predilige un utilizzo di lungo termine seguendo il principio per cui “prima o poi il mercato rispecchierà il valore reale (intrinseco) dell’azienda”. Una serie di dettagliati articoli di analisi tecnica (alla quale si rimanda per approfondimenti) è stata trovata sul sito Job&Trading.

La seconda è più anziana e si basa su diverse metodologie usate per calcolare il cosiddetto valore intrinseco di un’azienda/strumento per poi compararlo con quello proposto sul mercato. Le eventualità di sottovalutazione/sopravvalutazione dello strumento da parte del mercato rappresentano opportunità di apertura di posizioni long/short, rispettivamente. Abbiamo trovato alcune metodologie da seguire in questa serie di articoli.

Opzioni Binarie, cosa sono e come funzionano

Le Opzioni Binarie consistono in una sorta di ipotesi sull’andamento di un prezzo di un bene su uno specifico e distinto mercato finanziario. Per cui la bravura sta nel saper individuare se il prezzo di una specifica materia prima aumenterà o diminuirà in un determinato lasso di tempo, con un guadagno effettivo che può essere dell’85% della somma investita. A tal proposito esistono una serie di piattaforme specifiche che hanno il compito di orientare gli utenti nel mondo delle Opzioni Binarie attraverso un folto gruppo di strumenti che permettono di perfezionare una tecnica da poter utilizzare con una certa costanza durante le attività di trading on line.

Tra queste va sicuramente menzionata Option Time, molto popolare per il suo appeal innovativo, dotata di strumenti che consentono di guadagnare grazie al meccanismo dei bonus e con un rapporto sui rendimenti alquanto consistente che l’ha resa una delle più gettonate. Molto interessante è l’offerta proposta da Banc de Binary che consente di ottenere il massimo profitto con il minimo rischio. Non è un caso infatti che da più parti è considerato un prestigioso broker, molto apprezzato perché è l’unico che offre la possibilità di limitare le perdite sulla somma investita. Mentre sempre più utenti stanno dirottando le loro attenzioni su TopOption, broker nuovissimo, molto sicuro e affidabile con elevati rendimenti e con un bonus di 2.500 euro garantito a tutti i nuovi iscritti.

È consigliabile però prima di iscriversi ad una di queste piattaforme di verificare il loro grado di correttezza e affidabilità. Per questo motivo prima di aderire ad una sottoscrizione vi suggeriamo di utilizzare la modalità demo con un conto aperto che permette di operare sui mercati utilizzando una valuta virtuale. Questa pratica è molto diffusa perché un ottimo mezzo per prendere una relativa confidenza con i meccanismi finanziari legati al trading on line.

Come guadagnare con le opzioni binarie

Fare trading on line tramite il meccanismo delle Opzioni Binarie viene considerato un’abile e valida opportunità per imparare a gestire delle operazioni finanziarie grazie ad un collaudato sistema strategico che permette a chiunque di guadagnare fino al al 90% del capitale investito, pur non avendo alcun rudimento basilare sui meccanismi monetari. Ecco perché le Opzioni Binarie sono molto famose, proprio per la loro semplicità e accessibilità che porta a ricavare una serie di introiti consistenti senza avere particolari attitudini alle regole del mercato finanziario.

Questo accade grazie alla creazione di numerose piattaforme disponibili on line che permettono agli utenti di orientarsi con maggior facilità tra le regole e i meccanismi del trading attraverso una serie di strumenti che aiutano a sfruttare in maniera costruttiva e proficua le potenzialità del mercato stando comodamente a casa propria. Nello specifico l’opzione binaria non è altro che un tipo di opzione dove il guadagno è limitato ad un ammontare fisso oppure nullo. Di conseguenza l’esito del proprio investimento deriverà necessariamente dal rapporto tra il payoff e l’asset. Quindi ai fini della previsione dell’andamento di un bene si avranno due sole possibilità di risultato: una previsione corretta o scorretta.

Al di là però della semplicità con cui sono strutturate le opzioni binarie, individuare l’andamento non è sempre cosa facile. Per poter guadagnare con le Opzioni Binarie bisogna quindi scommettere positivamente su un trend di un certo titolo indovinando che esso potrà essere a ribasso o a rialzo in un tempo che sia breve, medio o lungo. Infatti il guadagno dipende proprio dalla nostra capacità di individuare una specifica previsione sull’andamento di un asset tra coppie di valute, mercato azionario, materie prime, come potrebbe essere il petrolio, l’oro, argento e così via. Per questo motivo si usa la parola binarie perché la possibilità di riuscita oscilla tra due risultati certi, andando semplicemente ad ipotizzare se il valore dell’asset aumenti oppure diminuisca.

Fonte: fare soldi monetizzare.com

Nuovo bando per start up, scopri come partecipare

Sta prendendo il via la Start Cup Lazio 2015, una nuova competizione che premierà le migliori idee di impresa nel Lazio. L’iniziativa è espressamente dedicata agli aspiranti imprenditori e alle imprese di nuova costituzione, purchè interessate a sviluppare sul territorio regionale di competenza dei prodotti o dei processi particolarmente innovativi all’interno di incubatori, fab-lab, coworking. Contine reading

Contributi per la formazione dei nuovi giovani imprenditori

I nuovi giovani imprenditori che desiderano poter compiere un sostenibile percorso di apprendimento nella loro neonata “professione”, possono ora godere di una ulteriore opportunità concessa dalla Regione Abruzzo, che al fine di sostenere la formazione nelle PMI di recente costituzione, favorendone altresì il loro sviluppo, possono fruire di voucher dell’importo massimo di 5.000 euro.

La Regione Abruzzo ha infatti stanziato 400.000 euro, tramite avviso pubblico, per un numero minimo di interventi finanziabili pari a 80, da utilizzarsi per coprire le spese di iscrizione pagate e quietanzate nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2015 e il 15 ottobre 2015 per la frequenza dei corsi formativi che sono legati all’attività dell’impresa, e che devono comunque concludersi entro e non oltre la data del 31 ottobre 2015. Contine reading