Aumenta la marca da bollo per le fatture

Anche se i contribuenti soggetti al regime dei minimi non hanno di che lamentarsi in questo periodo, grazie all’aliquota agevolata cui sono soggetti i propri redditi, l’aumento di tasse e balzelli da sicuramente fastidio a tutti.

Fra questi, un’aumento molto importante per tutti i contribuenti non soggetti ad IVA che devono quindi applicare una marca da bollo sulle fatture con importo maggiore di 77,47 euro è l’aumento dell’imposta di bollo fissa, che passa da 1,81 euro a 2 euro.

Infatti, il D.L. n. 43 del 26 marzo 2013, convertito con modificazioni nella Legge n. 71 del 24 giugno 2013, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 147 del 25 giugno 2013 e con entrata in vigore il giorno successivo, stabilisce che le nuove imposte di bollo fisse saranno di 2 euro anzichè 1,81 e di 16 euro anzichè 14,62 euro.

Se avete fatto una gran scorta di marche da bollo non arrabiatevi, perchè basterà integrare le vecchie marche con altre da 19 centesimi.

Insieme a questo aumento citiamo soltanto l’aumento dell’acconto da versare per l’imposta sul reddito 2012.

Probabilmente per i contribuenti minimi non sarà un salasso, il ministro lo ha definito un piccolo prestito allo Stato che non dovrebbe portare molti sacrifici alle imprese. Ma, a proposito di prestiti, se è discussione quotidiana che uno dei problemi delle PMI è proprio l’accesso al credito, anzichè trovare un modo per fare dei prestiti alle imprese gli si chiedono dei soldi in prestito?

Cosa ne pensate?

 

One thought on “Aumenta la marca da bollo per le fatture

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website