Sara Insurance lancia il programma RuotaLibera

RuotaLibera è la risposta intelligente per la tua auto. Sara Assicurazioni, infatti, offre questo nuovo programma per richiamare l’attenzione sulla “spesa intelligente”: spesso la nostra attenzione è attratta da oggetti del tutto inutili che ci fanno spendere soldi in modo poco sensato e razionale.

L’offerta RuotaLibera, invece, consente di razionalizzare la spesa perchè propone un vantaggio concreto (fino a 2 mesi di copertura RCA gratuita sui 12 acquistati) a fronte di un arricchimento della copertura assicurativa. Aggiungendo la garanzia Incendio/Furto e/o Infortuni Conducente si ottiene 1 mese di RCA gratis, aggiungendole entrambe i mesi gratis sono 2. Da sottolineare che la RCA (Responsabilità Civile Auto) è la garanzia obbligatoria per legge e NON tutela il conducente, che quindi non è assicurato in caso di infortunio.

E’ importante, in un periodo di crisi come questo, razionalizzare la spesa e fare scelte intelligenti. Questa offerta è particolarmente utile perchè aumenta la sicurezza del conducente che, con la sola polizza RCA (obbligatoria per legge) non è assicurato. I due mesi di RCA gratuiti consentono di aumentare la sicurezza contenendo la spesa.

Bilancio d’esercizio 2014, quando è possibile la proroga dei termini

Entro il prossimo 30 aprile (cioè, entro 120 giorni dalla data di chiusura dell’esercizio), le società di capitali che hanno un esercizio coincidente con l’anno solare, devono provvedere all’approvazione del bilancio d’esercizio 2014 attraverso la propria assemblea dei soci. La seconda convocazione potrebbe avvenire invece entro il 30 maggio, mentre è possibile spostare i termini al 29 giugno a condizione che tale possibilità sia prevista dallo statuto, e che si verifichino delle cause concernenti la struttura o l’oggetto societario. Ecco quali sono.

Struttura societaria molto complessa. Una prima causa di rinvio dei termini è legata alla struttura organizzativa societaria particolarmente complessa. In altri termini, la società può ben rinviare i termini di approvazione del bilancio se ritiene di necessitare di tempi lunghi per l’acquisizione, la trasmissione e l’elaborazione dei dati. Problemi non dissimili da quelli che è possibile riscontrare nelle società che redigono il consolidato. Contine reading

Idee innovative: come partecipare al #WCAP Accelerator

Anche per il 2015 si rinnova l’appuntamento con il #WCAP Accelerator, l’iniziativa predisposta da Telecom Italia per poter supportare la realizzazione di idee innovative negli ambiti del settore digitale (dal mobile ai dispositivi indossabili, dalla salute & wellness alle soluzioni green, passando per il gaming, l’automotive e tanto altro ancora).

L’iniziativa – per partecipare alla quale c’è tempo fino all’11 maggio 2015 – è un programma di open innovation e di accelerazione delle start up innovative: a margine dell’azione di partecipazione verranno selezionati 40 progetti che riceveranno un grant spendibile di 25 mila euro, e il contemporaneo accesso al programma di accelerazione che Telecom Italia ha predisposto all’interno di quattro TIM #WCAP Accelerator (a Catania, Bologna, Roma e Milano). Contine reading

“Tutto quello che devi sapere sul denaro”, di Alfio Bardolla

Di questi tempi di crisi, imparare a gestire il denaro e a farlo crescere dovrebbe essere insegnato a scuola. E invece, molti di noi hanno un rapporto errato con il denaro. “Tutto quello che devi sapere sul denaro e che a scuola non ti insegneranno mai “ è la “bibbia” dell’educazione finanziaria, una materia praticamente sconosciuta in Italia, ma molto florida negli Stati Uniti.

Recenti studi indicano che l’82% della popolazione italiana pensa che il futuro sarà peggiore del passato. Il libro di Alfio Bardolla ci spiega, in semplici parole, come la realtà sia diversa. Bardolla, autore Best-Seller della finanza personale, Imprenditore e Financial Coach, crede che ci sia una via d’uscita ai problemi economici. La propria ricchezza si può costruire, indipendentemente dall’istruzione ricevuta, indipendentemente da dove si vive, indipendentemente dal capitale di partenza. Contine reading

Applicazione dell’IVA per cassa

Forniamo ai nostri lettori alcune informazioni utili sull’applicazione dell’IVA per cassa. Secondo quanto pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate il “cash accounting”, ovvero l’IVA per cassa, non può essere applicata a tutte le operazioni.

L’IVA per cassa è entrata in vigore con il D.l. 83/2012 regolamentato dall’art. 32 bis e ha abrogato l’art. 7 del D.l 185/2008 e s.mi., introducendo sostanziali modifiche al limite del fatturato annuo, all’esigibilità dell’imposta e alle detrazioni. Contine reading

Nuovo forfetario, chi non può accedere al regime?

Il nuovo regime forfetario introdotto dalla legge stabilità 2015 è in grado di apportare dei significativi vantaggi in capo a tutti i soggetti, lavoratori autonomi e professionisti, che riusciranno a essere ricompresi all’interno del cluster di beneficiari del forfetario stesso.

Tuttavia, è bene ricordare che vi sono alcune categorie di soggetti che non riusciranno, in ogni caso, ad accedere al regime a forfait. In attesa che vengano esplicitati i dettagli di tali esclusioni, possiamo certamente anticipare che non riusciranno ad avere accesso al regime a forfait i soggetti che già si avvalgono di regimi speciali sull’imposta sul valore aggiunto, e i soggetti che si avvalgono di regimi di natura forfetaria, di determinazione del reddito. Contine reading

Partita IVA nel regime dei minimi: come chiedere l’attribuzione del numero

Se avete una passione irrefrenabile per una determinata attività e volete fare di questa la vostra principale (o secondaria) fonte di reddito, allora la soluzione per poi è aprire una Partita IVA. Lo spauracchio legato a questo regime fiscale non è cosa da poco, ma se non intendete avere dei dipendenti o collaboratori di altro genere, allora potete avvalervi della Partita IVA nel regime dei minimi. Pochi e semplici passi vi condurranno all’attribuzione del numero: ecco come fare.

Il primo passo per aprire una Partita IVA all’Agenzia delle Entrate è quello di compilare il modulo d’inizio attività che corrisponde al codice AA9/10. È possibile ottenere il modulo direttamente online. A questo punto, dopo averlo debitamente compilato, occorre inoltrarlo all’organo competente entro trenta giorni dalla data d’inizio attività.

Ogni modulo va compilato in maniera corretta, pena l’esclusione dall’agevolazione. In modo particolare, deve contenere tutti i dati identificativi del soggetto d’imposta, i dati dell’attività principale svolta dal contribuente che presenta domanda e il suo codice, facilmente reperibile nelle tabelle ATECO 2007.

Con riferimento all’art. 27 della Manovra Finanziaria Monti, sono ritenuti idonei all’ingresso nel regime agevolato tutti i soggetti che abbiano prodotto un reddito inferiore ai 30mila euro annui. Nel modulo, è presente una casella per la scelta del regime fiscale preferito: ricordarsi di barrarla.

Per la domanda d’iscrizione all’assicurazione obbligatoria è invece necessario compilare il modello ARCO, mentre la denuncia d’esercizio da inoltrare all’INAIL si effettua compilando i quadri A e B. Tutta la documentazione va poi inoltrata in via telematica tramite la Comunicazione Unica all’Ufficio del Registro delle Imprese.