gen 09 2012

Fac simile fattura nuovo regime dei minimi

Come promesso eccoci qui con un esempio di fattura per chi il prossimo anno rientrerà nel nuovo regime dei minimi 2012.

Come richiesto dall’agenzia delle entrate, la fattura dovrà contenere una dichiarazione che indichi che il reddito non è soggetto a ritenuta d’acconto. Per il resto permangono i requisiti delle vecchie fatture, ossia l’indicazione della legge per cui non si è soggetti ad IVA e l’eventuale imposta di bollo per fatture superiori a 77,47 euro.

Riguardo l’indicazione della non soggettività a ritenuta d’acconto, abbiamo scelto la seguente dicitura:

“Compenso non assoggettato a ritenuta d’acconto ai sensi dell’art. 27 del D.L. n. 98 del 06.07.2011″

Riguardo, invece, la non soggettività all’IVA bisogna distinguere tra fatture a clienti italiani e fatture intracomunitarie, ad esempio fatture a Google Adsense, Zanox, Tradedoubler, etc.

Nel primo caso, quindi clienti italiani, la giusta dicitura da inserire in fattura è:

“IVA non applicabile ai sensi dell’art. 1,comma 100, della L. 24/12/2007 n. 244″

Nel secondo caso, invece, per fatture a clienti intracomunitari come Google AdSense abbiamo scelto la seguente dicitura:

“l’operazione non costituisce cessione di servizi intracomunitari ai sensi dell’art 41 comma 2 bis decreto legge 30/08/1993 n. 331″

Naturalmente andrà bene qualsiasi cosa di simile.

Vi ricordo che per poter emettere fatture a clienti intracomunitari dovrete essere iscritti nell’elenco VIES, vi rimando ad altre letture per sapere come fare ad iscriversi.

Infine, ricordatevi dell’imposta di bollo sulle fatture che superano i 77,47 euro. Sono soggette a tale imposta quasi tutte le fatture non soggette ad IVA, quindi anche quelle emesse da soggetti appartenenti al nuovo regime dei minimi 2012. Se è dibattuta la necessarietà dell’imposta di bollo per le fatture intracomunitarie, noi crediamo proprio che per i nuovi minimi vada applicata, vista anche la dicitura che sottolinea come la cessione di servizi non vada trattata come cessione intracomunitaria.

Riguardo la possibilità di inviare le fatture via email e la problematica della marca da bollo da 2 euro da applicare (è aumentata la marca da bollo). Sembra sia possibile applicare tale marca sull’originale che terremo in archivio e apporre sulla fattura la seguente dicitura:

Imposta di bollo assolta sull’originale. ID (con id univoco della marca applicata).

In basso un fac simile, un modello di fattura, allegato.

Vi ricordiamo che questo sito non ha alcun valore fiscale e che per essere certi di cosa fare vi consigliamo di rivolgervi ad un commercialista.

fac-simile fattura nuovi minimi


20 commenti

  • By seoline, 5 febbraio 2012 @ 22:43

    Salve. Qualche cosa si sà di più rispetto all’ID della marca da bollo? In che modo è possibile inviare una fattura superiore a 77 euro tramite email/PDF ?

  • By docrm, 15 febbraio 2012 @ 13:07

    A meno che tu non emetta un numero di fatture annuali molto elevato (non credo se sei nei minimi), l’unico modo è inserire in fattura la dicitura “Imposta di bollo assolta sull’originale. ID (con id univoco della marca applicata)” e conservare nel tuo archivio l’originale della fattura con la marca da bollo.

  • By Gaetano, 16 marzo 2012 @ 16:08

    scusate,chi può darmi una dritta su quali spese e in che % posso scaricarle nella dichiarazione dei redditi, considerando che sono nel regime dei minimi? Ad esempio un contratto business con un gestore di telefonia quanto scarico? ed il carburante per l’auto?
    ho avuto pareri discordanti da operatori del settore fiscale.
    chi ha una risposta definitiva?
    grazie

  • By Vincenzo, 23 marzo 2012 @ 12:15

    SU DI UNA FATTURA MEDICA DI 100euro Va applicata la marca da bollo di 1,81 euro?

  • By docrm, 31 marzo 2012 @ 06:22

    Se non è soggetta ad IVA, si.

  • By Gennaro, 21 aprile 2012 @ 15:10

    E’ possibile per un pensionato fare un lavoro autonomo adottando il regime dei minimi?

  • By docrm, 26 aprile 2012 @ 12:30

    Assolutamente si.

  • By gsoundsgood, 26 aprile 2012 @ 16:42

    credo che l’iscrizione a Vies per il regime dei minimi sia necessario solo per acquisti intracomunitari, non per emettere fattura come indicato nell’articolo.

    v. anche testo dell’agenzia delle entrate citato qui:
    http://www.giorgiotave.it/forum/regimi-ex-minimi-nuovi-minimi/186575-regime-dei-super-minimi-e-registrazione-vies-se-solo-vendi-non-va-fatta.html

  • By marina, 1 maggio 2012 @ 12:52

    salve sono nardone marina ed ho 20 anni. vorrei aprire un negozio di articoli da regalo e vorrei avere alcune informazioni visto che non so proprio da dove iniziare. grazie

  • By isap, 9 maggio 2012 @ 07:22

    Una precisazione: la mia commercialista mi ha detto che la marca da bollo va apposta sull’originale che si manda al cliente e noi teniamo la copia con scritto “bollo assolto sull’originale”. In alternativa si fa una fotocopia della fattura con bollo apposto. Io in genere quando la fattura supera i 77,47Euro invio la fattura per e-mail a cui poi faccio seguire l’originale con il bollo apposto.

  • By docrm, 1 giugno 2012 @ 11:06

    Se invia l’originale al cliente è giusto applicare la marca da bollo sull’originale. Sarebbe anche il caso di tenere una fotocopia della fattura con il bollo applicato, anzichè solo una copia con su scritto bollo assolto sull’originale. La possibilità di inviare la fattura con l’id della marca da bollo anzichè la vera e propria marca è molto utile se al cliente la fattura viene inviata solo per email (in questo caso infatti non sarebbe possibile applicare la marca da bollo fisica, ma solo quella digitale).

  • By Claudia C, 6 giugno 2012 @ 07:48

    Posso utilizzare questo modello di fattura per lavori di traduzione/interpretariato?
    Ho aperto da pochissimo la partita IVA e sono un po’ confusa su diciture ed indicazioni da inserire sulla fattura.Il mio cliente è a Milano e io sono al sud, come invio la fattura con il bollo?

  • By mrk, 6 giugno 2012 @ 08:00

    Se ho capito bene: l’originale va spedito (o comunque recapitato) al cliente, mentre la copia della fattura va conservata nel proprio archivio? Quindi la marca da bollo va bene se la appongo all’originale che invio al cliente ed io mi tengo una copia con su scritto che il bollo è stato assolto sull’originale???

  • By docrm, 12 giugno 2012 @ 16:22

    Si, ma visto che ti devi fare una copia, falla dopo aver apposto la marca da bollo. Sarebbe meglio.

  • By docrm, 12 giugno 2012 @ 16:23

    Certo che la puoi utilizzare. Inviala per email. Inserisci la marca da bollo sull’originale che terrai tu e inserisci l’id della marca sulla fattura che invierai per email al tuo cliente.

  • By maria grazia, 12 settembre 2012 @ 19:59

    avrei bisogno di una informazione, devo aprire la partia iva e vorrei sapere se rientro nel regime dei minimi,sono un medico , mi hanno proposto un lavoro come libero professionista in un RSA,l’importo lordo e di 900.00 euro al mese, ho 40 anni e non supero i trentemila euro di reddito.il mio commercialista sostiene che tale regime non mi si puo’ applicare, poiche’ nel 2010 ho aperto p.iva come libero professionista, sempre per lavorare in strutture private ma con guadagni minimi. la mia domanda è questo possousufruire del regime dei minimi se ho aperto p.iva nel 2010 e poi successivamente ho chiuso nel 2011,usufruendone pochissimo.grazie……ho un po’ di confusione attendo risposta

  • By Rich, 15 settembre 2012 @ 10:42

    Si può applicare il regime dei minimi se si inizia in lavorocome agente di commercio e si è disoccupati dal 2010?
    Grazie

  • By Manu, 2 ottobre 2012 @ 15:16

    Ciao a tutti! Quali sono le conseguenze per un contribuente che non ha applicato la marza da bollo di € 1,81 su tutte le fatture che ha emesso nell’anno 2012?!
    Grazie mille, ciao.

  • By Jim, 9 ottobre 2012 @ 09:04

    Ciao a tutti,
    come scritto sopra, se eseguo una prestazione all’estero, “l’operazione non costituisce cessione di servizi intracomunitari ai sensi dell’art 41 comma 2 bis decreto legge 30/08/1993 n. 331″. Ora però i miei clienti in Austria vogliono integrare l’Iva, che secondo me non devono perchè non è una prestazione intracomunitaria. Ho ragione?
    Se si, ci sono delle istruzioni in merito in inglese o tedesco che io possa girare?
    è un gran problema per me perchè se devono aggiungere il 20% di Iva gli costo troppo…
    Grazie (:

  • By Riccardo C., 12 novembre 2012 @ 09:09

    Un paese che si attcca ancora alle narche da bollo è un paese medioevale , invece di aprire un sito all’interno dell’ Agenzia delle Entrate semplificato per i minimi ove si assolvano tutte incombenze fiscali con pochi clik compresi i pagamenti , come pare avvenga in Francia dove sta la reale semplificazione ? sempre burocrazia estrema e cavilli

Other Links to this Post

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Lascia un commento