Conto corrente Banca Intesa San Paolo: opinioni e recensione

Da Intesa San Paolo è possibile scegliere tra due tipologie di conti correnti che il cliente può successivamente modificare a suo piacimento scegliendo ad esempio la somma da vincolare, la tipologia di interessi da applicare e l’aggiunta di carte di debito o di credito a seconda delle necessità di ognuno. Diamo perciò un’occhiata ai conti correnti di Banca Intesa San Paolo delineandone le caratteristiche principali e le opinioni degli utenti che già hanno già aperto uno di questi conti in filiale.

Conto Corrente Intesa San Paolo: caratteristiche

Partiamo descrivendo il conto corrente bancario di Intesa San Paolo principale, ovvero il Conto X ME, l’ideale per chi intende realizzare un fondo cassa per i risparmi di tutta la famiglia, ma anche per il giovane lavoratore indipendente che ha voglia di investire il proprio denaro nel migliore dei modi. La caratteristica che differenzia X ME da qualsiasi altro conto è proprio la personalizzazione; è il cliente infatti a stabilire le operazioni da effettuare sul conto. Ad esempio se il cliente ha meno di 27 anni il canone mensile del conto sarà inferiore a 7 euro, se invece l’utente associa al conto X ME anche un servizio di gestione di portafogli della gamma Gestioni Patrimoniali di Eurizon Capital SGR, il canone mensile applicato sarà di 6 euro e poi ancora il canone mensile potrà diventare inferiore a 2 euro se verranno accreditati sul conto X ME di Banca Intesa San Paolo, lo stipendio o la pensione. Al conto in questione è possibile applicare anche un fido o una carta di debito e l’apertura si può richiedere anche online; in questo caso se si è già clienti di un’altra banca in maniera automatica il cliente troverà i suoi risparmi sul portale di Intesa San Paolo.

La seconda opzione, anch’essa altamente personalizzabile che Banca Intesa San Paolo offre ai suoi clienti è il cosiddetto Conto Base, ovvero un deposito dei propri risparmi che si può avere anche a canone zero, qualora il cliente rientri con il suo reddito annuale nelle fasce previste dalla Convenzione Ministeriale. In caso contrario, per mantenere attivo il Conto Base da Intesa San Paolo sarà necessario pagare la somma di 30 euro. Sul conto si possono accreditare anche stipendi e pensioni che, nel caso in cui raggiungano la cifra do 1.500 euro, eliminano in automatico il pagamento della tassa annuale. Il Conto Base permette al cliente di accedere anche ai servizi di banking online e garantisce: prelievi di contante sia presso gli sportelli automatici che in filiale, versamento di contanti ed assegni sia in filiale che presso gli sportelli, invio di bonifici  in maniera del tutto gratuita anche presso altre banche.

Cosa pensano i clienti di Intesa San Paolo

Per quanto riguarda le opinioni dei clienti che già hanno aperto un conto corrente presso una filiale di Banca Intesa San Paolo, queste sembrano comunque essere positive se si considerano i numerosi vantaggi che si possono trarre da due tipologie di conti altamente personalizzabili, il che è dimostrato dal fatto che è possibile aggiungere in un conto dei servizi che magari non sono inclusi. Ovviamente i commenti positivi riguardano il fatto che non ci sono limiti al versamento di denaro all’interno dei conti di Intesa San Paolo e non è necessario neppure sostenere le spese di apertura e di chiusura del conto. La carta bancomat viene consegnata gratuitamente, così come il libretto degli assegni; infine per i clienti di Intesa San Paolo è possibile anche accedere a numerose promozioni dei negozi di e-commerce affiliati alla banca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website