Trovare lavoro in Svizzera nel Canton Ticino

Trovare lavoro in Svizzera, specialmente nel Canton Ticino, è un sogno per diverse migliaia di italiani che conoscono bene le opportunità di lavoro che può offrire il paese Elvetico. In questa guida spiegheremo infatti come trovare lavoro in Svizzera, in modo da poter realizzare un vero e proprio sogno.

Occorre subito dire che per il grande flusso di migranti in Svizzera di è sviluppato un certo timore verso gli stranieri, in particolar modo verso quelli che provengono dal confine, come possono essere gli italiani, che non di rado sconfinano per cercare lavoro nel Paese alpino. Il partito di destra della Confederazione sta infatti stabilendo regole più dure per l’accesso dei lavoratori stranieri, in modo da non rischiare crisi di occupazione interna a causa dei non svizzeri.

Lavorare in Svizzera

Oggigiorno la Svizzera offre infatti solo un numero limitato di accessi, in modo da poter garantire ordine in ciò che in tutta l’Europa è visto ormai come un caos completo di migranti che non possono. Mettere dei tetti non significa impedire l’ingresso ma semplicemente imporre un numero massimo di permessi per ogni anno.

Oltre alla facilità nel trovare lavoro numerosi lavoratori scelgono di trasferirsi in Svizzera per i grandissimi guadagni salariali, che sono molto più elevati di quelli italiani. Il salario medio mensile del Canton Ticino è di 5272 franchi svizzeri, ovvero 4275 euro, in pratica il doppio se non il triplo di quanto si guadagnerebbe in Italia. Per questa ragione al Svizzera rimane uno dei luoghi più ambiti dove lavorare.

Naturalmente a un più alto stipendio corrisponde un più alto costo della vita, costo che è minore solo di fronte ai Paesi nordici, ovvero Norvegia, Danimarca, e Finlandia. Comprare casa in Svizzera è in pratica impossibile, e sono molto proibitivi gli affitti, che risultano essere altissimi in confronto a quelli italiani.

Come trovare lavoro nel Canton Ticino

Per cercare lavoro nel Canton Ticino si può richiedere un permesso di tre mesi, terminati i quali senza aver trovato nulla si sarà costretti a tornare in Italia, salvo ulteriori rinvii, che possono essere al massimo di un anno. Per entrare basta la carta di identità, avendo il Paese elvetico un accordo particolare per il transito delle persone provenienti dall’UE.

Se si trova lavoro si può ottenere un permesso di soggiorno temporaneo della durata del contratto di lavoro. Dopo 5 anni di dimora regolare in Svizzera i cittadini provenienti da Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Liechtenstein, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Spagna e Svezia ottengono un permesso di domicilio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website