Differenze tra i nuovi minimi e gli ex minimi

Come ormai noto l’art. 27, commi 1 e 2, D.L. 6.7.2011, n. 98, convertito con modifiche dalla Legge n. 111 del 15.7.2011 ha introdotto il nuovo regime dei minimi che consente, tra l’altro, un’imposta sostitutiva sul reddito del 5% anzichè del 20% (come avveniva per l’ex regime dei minimi).

Lo stesso decreto ha previsto un regime agevolato per i vecchi contribuenti minimi che non rispettano tutti i requisiti per accedere al nuovo regime agevolato.

Dei requisiti ne abbiamo già parlato qui: requisiti accesso nuovi minimi, ma quali sono le differenze sostanziali tra i due regimi?

Innanzitutto il decreto 98 ha previsto una durata massima per il regime dei nuovi minimi di 5 anni, a meno che il contribuente non abbia meno di 35 anni. In quest’ultimo caso, il contribuente potrà beneficiare delle agevolazioni fino al compimento dei 35 anni.

Nessuna durata è stata invece prevista per il regime agevolato degli ex-minimi.

La tassazione è prevista con imposta sostitutiva del 5% per i nuovi minimi, mentre gli ex minimi saranno soggetti alla stessa tassazione del regime ordinario. Lo stesso dicasi per l’IVA, solo i nuovi minimi saranno non soggetti all’imposta. I nuovi minimi non saranno soggetti a Ritenuta d’Acconto, ma entrambi i regimi saranno esentati dall’imposta sulle attività produttive, l’odiata IRAP.

La non soggettività all’IVA dei nuovi minimi consente una notevole semplificazione degli adempimenti fiscali. Infatti, solo i nuovi minimi non devono versare annualmente l’IVA, con relative comunicazioni e dichiarazioni annuali. Non sono soggetti alla comunicazione Black List e alle comunicazioni di operazioni rilevanti.

Inoltre, i nuovi minimi non sono soggetti agli studi di settore, mentre il nuovo regime degli ex minimi prevede gli studi di settore.

Bè, ci si chiederà, ma dove sono le agevolazioni per gli ex minimi?

 

 

7 thoughts on “Differenze tra i nuovi minimi e gli ex minimi

  1. sono un dipendente del settore privato e vorrei aprire un’attività in proprio da gennaio 2013, rimanendo comunque anche dipendente. Vi chiedo:
    è possibile far coesistere le due cose?
    possedendo un reddito nel 2012 superiore ai 30.000 € mi viene preclusa la possibilità del regime dei minimi o questo limite vale solo sul reddito prodotto da P.IVA? (non ho mai avuto alcun reddito da P.IVA).grazie per le risposte.

  2. Mi sapete dire se con la riforma fiscale 2013 ci saranno variazioni per i minimi Si parla di calcolo forfettario. Grazie

  3. sono un dipendente pubblico che ha aperto (purtroppo a settembre 2008 per cui adesso esco), partita IVA e adesione al regime dei minimi.
    A parte che per aprire la partita iva ho dovuto chiedere part-time 50% non ho trovato altri problemi se non un commercialista INCAPACE!
    Quindi: trova commercialista capace;
    apri posizione INPS gestione separata (18% del netto)
    e buona fortuna

  4. Salve,avrei una Domanda a cui ,ancor oggi nessuno ha saputo dare una risposta definitiva (nemmeno all’agenzia delle entrate)….Ho aperto la mia attività nell’anno 2010 ,allora avevo 32 anni d’età….se dopo 3 anni di regime dei minimi si compiono i 35 anni,il regime dei minimi decade prima dei 5 anni di agevolazione???

    • Strano non ti abbiano risposto correttemente, anche perchè in questo la legge è chiarissima e ne abbiamo parlato tanto su questo sito. Il limite dei 5 anni vale proprio per coloro che superano i 35 anni d’età, altrimenti non c’è un limite. Ad esempio, se un imprenditore comincia la sua attività a 18 anni può godere delle agevolazioni per 17 anni, cioè fino ai 35 anni d’età. Se invece comincia a 50 anni (o anche prima) vige il limite dei primi 5 anni d’attività, spero di essere stata chiara.

  5. Chiarissima,ma ancor oggi esistono persone che hanno dubbi a riguardo…..vedesi agenzia delle entrate di agrigento…..Quindi ,come supponevo io,il mio regime dei minimi scade nel 2015….Grazie della delucidazione

  6. Buongiorno
    Una domanda
    Il mio quinquennio di permanenza nel regime dei minimi è terminato il 31/12/2014, in concomitanza con il varo della nuova legge.
    Avendo i requisiti di fatturato per entrare nel nuovo regime dei minimi 2015 (forfetario) non so però se posso rientrarvi naturalmente essendo un ex minimo.
    Chiedo a voi delucidazioni in merito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website